Formazione per infermieri in strutture di assistenza a anziani e disabili

A seguito dell’intenso lavoro di monitoraggio svolto sugli standard dei processi di cura nelle strutture per l’assistenza di anziani e disabili del territorio, attuato dalla Commissione di vigilanza dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Alessandria, sono emerse alcune problematiche comuni a diverse strutture.

L’OPI AL ha quindi pensato di sostenere i colleghi che operano in questi contesti prefiggendosi tre macro-obiettivi:

1. uniformare conoscenze e competenze attraverso la costruzione di un percorso formativo ad hoc che vada a colmare le lacune evidenziate. I corsi saranno strutturati per numero ristretto di partecipanti per evento, in modo da poter erogare formazione di qualità;

2. far incontrare i professionisti provenienti da diverse realtà, così da creare un ambiente di dialogo e confronto dal quale possano emergere progetti trasversali di miglioramento;

3. promuovere il lavoro multidisciplinare, prevedendo la presenza degli Operatori Socio-Sanitari ai corsi di formazione.

Di seguito troverete il programma delle proposte di formazione elaborate dall’OPI AL. Qualora gli eventi formativi fossero di vostro interesse, al fine di organizzarli al meglio e permettere al maggior numero possibile di infermieri di parteciparvi, vi preghiamo di compilare il seguente modulo e di restituirlo entro il 28 febbraio o direttamente in sede o via posta all’indirizzo posta@pec.opial.it:

Prenotazione corso di formazione 

 

PROGRAMMA FORMATIVO

TITOLO CRONICI URGENTI: come valutare e soddisfare i bisogni acuti di pervietà delle vie aeree, respiro e circolo nei pazienti cronici.
CREDITI In accreditamento

PREVISTI 12

ORE: 8 POSTI DISPONIBILI per edizione max. 30
DESTINATARI: Infermieri,

Infermieri Pediatrici

Operatori Socio Sanitari

senza attribuzione di crediti

OBIETTIVI: Acquisire competenze specifiche nella valutazione di base accurata del paziente e nelle manovre da mettere in pratica in attesa del servizio di emergenza sanitaria.
ABSTRACT Ricercare le condizioni di sicurezza per operare in situazioni di emergenza extraospedaliera. Valutare accuratamente lo stato di coscienza, recepire i segni di deterioramento e mettere in pratica manovre assistenziali in equipe secondo il proprio profilo professionale. Valutare il respiro e lo stato di ossigenazione del paziente, recepire i segni di fatica respiratoria e mettere in pratica manovre assistenziali in equipe secondo il proprio profilo professionale. Valutare il circolo e lo stato di perfusione della persona mettere in pratica manovre assistenziali in equipe secondo il proprio profilo professionale. Rapporti con il NUE/118.

 

TITOLO ASPETTI GIURIDICI, DEONTOLOGICI ED OPERATIVI DELLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA
CREDITI In accreditamento

PREVISTI 6

ORE: 5 POSTI DISPONIBILI per edizione max. 30
DESTINATARI: Infermieri,

Infermieri Pediatrici

Operatori Socio Sanitari

senza attribuzione di crediti

OBIETTIVI: Approfondire le tematiche della documentazione sanitaria, i suoi risvolti operativi, giuridici e deontologici
ABSTRACT Particolare approfondimento sarà dedicato alla corretta compilazione, alla falsificazione, alla validità della documentazione in relazione alla tipologia dei documenti. Verranno approfondite le tematiche legate alla informatizzazione. Le principali tipologie della documentazione sanitaria: cartella clinica, cartella infermieristica, cartella riabilitativa, scheda di dimissione, registro operatorio, scheda di triage, la documentazione dell’assistenza domiciliare, la documentazione ambulatoriale, ecc.

 

TITOLO PREVENZIONE E CURA DELLE LESIONI DA PRESSIONE
CREDITI In accreditamento

PREVISTI 6

ORE: 5 POSTI DISPONIBILI per edizione max. 15
DESTINATARI: Infermieri,

Infermieri Pediatrici

Operatori Socio Sanitari

senza attribuzione di crediti

OBIETTIVI: Documentazione clinica. percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura
ABSTRACT Definizione e stadiazione delle lesioni da pressione Il paziente a rischio e le scale di valutazione del rischio da LDP I sistemi di prevenzione e cura delle lesioni secondo l’evidenza scientifica: mobilizzazione precoce, idratazione, igiene, medicazioni avanzate Aspetti etici e medico legali nella gestione delle LDP. Il corso è basato sull’interazione e la partecipazione di tutti i partecipanti. In sede di correzione del questionario si darà spazio alla discussione e al confronto.

 

TITOLO EMOSTASI E TROMBOSI: FOCUS SUL CARE MANAGEMENT
CREDITI In accreditamento

PREVISTI 6

ORE: 5 POSTI DISPONIBILI per edizione max. 30
DESTINATARI: Infermieri,

Infermieri Pediatrici

Operatori Socio Sanitari

senza attribuzione di crediti

OBIETTIVI: Documentazione clinica. percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura
ABSTRACT Le malattie emorragiche e tromboemboliche interessano una parte rilevante della popolazione, con esordio dall’età neonatale a quella più avanzata, nella quale la principale causa di morte è rappresentata dalle patologie cardiovascolari. La gestione del paziente, diagnosi, terapia, prevenzione e follow-up, richiede specifiche competenze professionali sia cliniche sia di laboratorio, e la disponibilità di indagini diagnostiche strumentali e di laboratorio. Il corso è finalizzato a definire le competenze professionali dei sanitari che si trovano a gestire le terapie antitrombotiche in pazienti acuti e cronici.

 

TITOLO SOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA IN STRUTTURE RESIDENZIALI: RUOLI E RESPONSABILITA’

In collaborazione con APISILEF

(Associazione Professioni Sanitarie Italiane Legali e Forensi)

CREDITI In accreditamento

PREVISTI 6

ORE: 5 POSTI DISPONIBILI per edizione max. 30
DESTINATARI: Infermieri,

Infermieri Pediatrici

Operatori Socio Sanitari

senza attribuzione di crediti

OBIETTIVI: Documentazione clinica. percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura
ABSTRACT Le Residenze Sanitarie Assistenziali sono strutture territoriali di diverse dimensioni e natura giuridica, che offrono a persone per lo più non autosufficienti, in particolare anziani, un’assistenza tutelare e alberghiera insieme a un’assistenza più specificamente sanitaria (infermieristica, riabilitativa). Quest’ultima con l’invecchiamento della popolazione e il progredire delle malattie croniche, è diventata sempre più rilevante ed ha accresciuto la complessità globale dell’assistenza di cui i residenti in queste strutture hanno bisogno. Con il crescere del numero di soggetti residenti affetti da polipatologie, la gestione della terapia è diventata un’attività cruciale. In queste realtà il processo di gestione del farmaco, già di per sé complicato poiché caratterizzato da differenti fasi, attività e professionalità coinvolte, se non adeguatamente controllato, diventa una possibile causa d’inefficienza e inefficacia, fino alla possibilità di eventi avversi. É opportuno essere consapevoli che esiste la possibilità di errori nel processo di gestione del farmaco. L’errore di terapia può essere dovuto a errori nella prescrizione, trasmissione della prescrizione, etichettatura, confezionamento o denominazione, allestimento, dispensazione, distribuzione, somministrazione, educazione, monitoraggio e uso dei farmaci. L’identificazione e l’analisi di questi errori è fondamentale per ripensare la progettazione del sistema nel suo complesso, in modo da prevenire che riaccadano e non concentrarsi esclusivamente sulle capacità dell’operatore.

 

Potrebbe interessarti...