Rapporto PIT Salute 2018

A fare il quadro della sanità italiana vista dai cittadini è il XXI Rapporto PIT Salute “Tra attese e costi, il futuro della salute in gioco”, presentato da Cittadinanzattiva-Tribunale per i Diritti del Malato, con il sostegno di FNOPI, FNOMCeO e FOFI.

Gli utenti hanno sottolineato diversi punti deboli del Servizio sanitario pubblico, primi tra tutti le lunghe liste d’attesa e i costi soprattutto per i farmaci e per l’intramoenia, che crescono rispettivamente del 4,4% e dell’1,6%. Altri disagi riguardano poi il calo della qualità di assistenza, in particolare nelle RSA e nelle Lungodegenze, causato dalla progressiva riduzione del personale medico e infermieristico. Come riporta il Pit Salute 2018, infatti, da un lato si verifica una crescita del rischio di non appropriata presa in carico del paziente, dall’altro inevitabilmente aumenta anche il peso su infermieri e medici che si trovano la responsabilità di gestire molti pazienti con poco personale a disposizione con un consecutivo incremento del carico di lavoro, maggiore stress, maggiore possibilità di incomprensioni tra pazienti, familiari e operatori sanitari.

Per maggiori informazioni, clicca qui per scaricare il Rapporto PIT Salute 2018 

 

Potrebbe interessarti...